Sito ottimizzato per i browsers  Chrome  e Firefox 

3-9-15-Il traino

A seconda della categoria di progettazione e delle caratteristiche, tutte le unità da diporto sono munite di uno o più attacchi per punti d’ancoraggio o di altro dispositivo atto a reggere in condizioni di sicurezza i carichi di ancoraggio, di ormeggio e di rimorchio. Come utilizzare tali sistemazioni non è solo un problema tecnico ma anche di esperienza. E’ sempre bene tenere a bordo una cima molto robusta ed abbastanza elastica, di minimo 25 metri di lunghezza che consentirà di ammortizzare gli sforzi di trazione. Valutate di realizzare con la cima una Y per ripartire lo sforzo di traino sulle bitte poppiere. Fate passare la cima nei passacavi e fissatela sulle bitte più robuste prestando attenzione al cavo che, una volta entrato in tensione, non deve essere ostacolato dalla battagliola e non deve creare attriti sulla coperta delle imbarcazioni trainata e trainante. Una volta messo lentamente in tensione il cavo è poi necessario conservare sempre una velocità costante. Giunti felicemente all’imboccatura del porto accorciate il cavo di rimorchio e affiancatevi alla barca rimorchiata per rendere più agevoli le manovre di ormeggio, posizionando un cavo prodiero, un cavo poppiero ed uno spring.

Guarda le foto

Guarda i video

File vari

Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.