Sito ottimizzato per i browsers  Chrome  e Firefox 

3-6-4-La deriva

La deriva: alzarla quando si arriva in bassi fondali ma attenzione allo scarroccio!

 È di importanza vitale per la barca a vela un tipo di dispositivo che contrasti lo scarroccio. Le piccole imbarcazioni moderne usano a questo scopo una deriva incernierata o una deriva sfilabile ed ecco qui illustrare alcune sistemazioni tipiche.

 La più semplice è la deriva sfilabile o a baionetta.

 La deriva a perno ruotante può essere manovrata per mezzo di appositi cavetti. In questo caso il caricabasso è un pezzo di cavo elastico che la trattiene in basso contrastando la resistenza causata dal moto della barca

 La deriva scarroccio e sbandamento

 Come detto la deriva, serve ad evitare lo spostamento laterale. L deriva controbilancia la forza dell’acqua quando il vento cerca di spingere la barca lateralmente, ma è costruita sottile e piatta in modo d’avere soltanto una bassissima resistenza all’avanzamento. Un altro effetto collaterale della deriva è quello di far aumentare lo sbandamento. 

Su uno scafo leggera la deriva di solito è fatta di legno e perciò, per quanto riguarda il suo peso, non influisce sulla stabilità. Al contrario la reazione dell’acqua contro di essa si raggiunge alla pressione del vento sulle vele e fa sbandare la barca. 

Quando l’equipaggio sposta il peso del corpo non fa altro che cercare di equilibrare entrambe queste forze.

Guarda le foto

Guarda i video

File vari

Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.