Sito ottimizzato per i browsers  Chrome  e Firefox 

6-3-36-Il trapezio

Norme fondamentali per il trapezio

La manovra del trapezio è stata messa a punto per le barche da regata. Essa permette allo stesso equipaggio sulla stessa barca di portare maggiore superficie velica o vele più potenti a parità di velocità del vento.

Il principio è quello di spostare ulteriormente fuoribordo parte del peso dell'equipaggio sviluppando così la massima coppia raddrizzante.

L'aumentata capacità di portare le vele significa aumento della spinta e maggiore velocità. In effetti si riesce anche a fare planare alcune derive leggere, quando navigano di bolina stretta, se uno dei membri dell'equipaggio è al trapezio.

Il trapezio consta essenzialmente di una cintura di sicurezza passata attorno al corpo, agganciata a un cavo incappellato all'albero. La lunghezza del cavo è importante, poiché quanto più orizzontale è la posizione del trapezista, tanto più lungo è il braccio della coppia di raddrizzamento.
 

Guarda le foto

Guarda i video

File vari

Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.