Sito ottimizzato per i browsers  Chrome  e Firefox 

6-3-35-Altri problemi

I. Se la barca si è capovolta ci si può arrampicare a bordo dal timone che non dovrebbe essere caduto essendo stato opportunamente fissato.

Afferrate la deriva e piegatevi all'indietro. Gradatamente l'albero si solleverà. Poi continuate nel modo solito.

II. Se la deriva è ricaduta nella sua cassa, nuotate fino al passascotte del fiocco, tirate la scotta fino a che sarà fermata dal nodo all'estremità e poi lanciate il doppino oltre lo scafo.

Nuotate fino all'altro lato, afferrate il doppino e tirate. Gradatamente lo scafo girerà. Prima di procedere oltre, ricordarsi che bisogna abbassare la deriva.

III. Se l'albero è conficcato sul fondo allora occorre una barca a motore per liberarsi.

Il cavo da rimorchio dovrebbe essere dato volta a una landa delle sartie e passato sotto la carena. La barca a motore dovrebbe tirare adagio in linea con l'albero e poi far ruotare la barca nella giusta posizione.

IV. Un rovesciamento sotto spinnaker o trapezio può causare grossi problemi. Ci sarà una confusione di vele, scotte e cavi e l'equipaggio potrà esse costretto a nuotare sotto le vele per liberarsene.

V. Un uomo deve tenere la barca orizzontale per mezzo della deriva.

L'altro deve continuamente mettere in chiaro tutti i cavi e le vele ingarbugliati, sgarrocciare lo spinnaker e radunare tutte le attrezzature che galleggiano intorno.

Ricordate di legare tutti gli accessori più piccoli, come i cunei dell'albero, i remi e le spugne prima di andare in mare.

Guarda le foto

Guarda i video

File vari

Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.