Sito ottimizzato per i browsers  Chrome  e Firefox 

6-3-33-Un problema frequente

I. Tutti e due gli uomini sono saliti sulla deriva, oppure uno di loro è ancora in acqua ma lontano dalla barca.

II. Una deriva con delle grandi riserve di galleggiamento offrirà molta resistenza aerodinamica quando è coricata sul fianco e lo scafo comincerà molto rapidamente a ruotare sottovento rispetto all'orientamento dell'albero. Nella posizione II è già troppo tardi perché l'equipaggio tenti di raddrizzare la barca con i metodi consueti.

III. È sorprendente notare quante volte si vede un equipaggio che cerca di raddrizzare la barca da questa posizione con lo scafo che si trova sottovento all'attrezzatura.

IV. Il vento si infila sotto la vela e solleva l'albero all'improvviso e troppo presto perché l'equipaggio riesca ad arrampicarsi a bordo dal fianco. Il peso è ora sul lato sottovento…

V. … e la barca non fa altro che capovolgersi di nuovo sopra a loro. Dopo uno o due tentativi di questo genere l'equipaggio comincerà a soffrire il freddo e la stanchezza.

Il segreto per riuscire a raddrizzare una barca è sapere che cosa succederà e prendere subito i provvedimenti del caso.

Guarda le foto

Guarda i video

File vari

Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.